Bilancio di competenze

bilancio delle competenze 1Il Bilancio di Competenze, può essere definito come un percorso di sostegno alle transizioni (dal non lavoro al lavoro, dalla formazione al lavoro, da un lavoro ad un altro). Si tratta di un intervento di consulenza in ambito lavorativo e nell'orientamento

professionale che consente di:

  • individuare e valorizzare motivazioni, capacità, attitudini, abilità e conoscenze possedute e sviluppate nel corso delle proprie esperienze di vita e di lavoro, oppure non emerse e potenziali, quindi sconosciute allo stesso soggetto
  • riconoscere le competenze acquisite ed eventualmente identificare le modalità per potenziarle attraverso interventi di formazione e/o coaching
  • elaborare una strategia d’azione al fine di definire o ridefinire un progetto professionale realistico e spendibile all’interno del contesto aziendale o sul mercato del lavoro. 

Poggiando sul presupposto che esista nell’individuo un potenziale che risulta non solo dalla formazione, ma anche da esperienze professionali, sociali e personali, il bilancio risulta essere un percorso di riconoscimento di tale potenziale: l’individuo assume un ruolo di attore in questo processo dinamico, in quanto si inserisce in una traiettoria che comincia dal passato per arrivare al futuro;  si tratta, quindi, di una metodologia che partendo da una mappatura delle competenze e servendosi di tale strumento di orientamento arriva a creare un punto di incontro tra le esigenze dell’impresa o l'offerta dele mercato del lavoro e le potenzialità della persona.Il bilancio di competenze è uno strumento concreto per la gestione della carriera ed è particolarmente utile quando è avvertito, necessario o auspicato  un cambiamento e, tipicamente, nelle fasi di transizione verso una riconversione, un ricentraggio o un consolidamento professionali.
Il suo impiego si colloca:

  • all’interno dell’organizzazione
  • nella vita quotidiana di lavoro
  • nell’orientamento-riorientamento al lavoro.

Basato su di un impianto rigoroso – che combina  molteplici strumenti – esso  permette alla persona di:

  • essere guidata nell’analizzare le proprie competenze ed il proprio contesto socio-professionale
  • assumere una coerente visione del rapporto tra sé e il lavoro, promuovere innovazione e auto-committenza
  • percepire il proprio sviluppo come un divenire al fine di operare scelte lucide e mirate, soprattutto nei “momenti di snodo” del proprio iter professionale.

Generalmente una consulenza di bilancio di competenze si articola in un numero di incontri da 4 a 7 e nella realizzazione di alcuni elaborati tra un incontro e l'altro. Al termine del percorso viene consegnato al cliente un dossier personale che contiene il report puntuale del lavoro svolto, il piano d'azione concordato e l'eventuale indicazione di interventi di supporto nella sua realizzazione (formazione, coaching o altro).

Prenota un primo colloquio gratuito.

ciao